Destination Management Company: che cosa sono e perchè sono importanti?

Destination Management Company

Da quando sono state comprese le sue funzionalità nel dettaglio, il turismo è diventato uno dei pilastri fondamentale di tutti i settori terziari dei maggiori paesi del mondo, nonché dei paesi in via di sviluppo. Puntare sul turismo vuol dire mettere a disposizione del turista il proprio bagaglio artistico, culturale ed estetico, perfezionando ogni più piccolo particolare per garantire la migliore offerta possibile.

Se un tempo potevano sembrare lontani dalla cultura popolare, oggi i viaggi low-cost sono diventati una vera e propria rivoluzione economica e non solo: di conseguenza, tutta l’offerta turistica è cambiata, dovendosi adattare alle esigenze di risparmio del viaggiatore. In quest’ottica sono divenute molto importanti le Destination Management Company (o DMC), il cui ruolo guida il turista in tutto e per tutto. Grazie al lavoro di una DMC, in effetti, sia il turismo vacanziero che il turismo d’affari hanno acquisito un notevole incremento.

Che cos’è una Destination Management Company?

Una DMC può essere immaginata come la commistione che c’è tra due livelli che possono essere intesi, in questo caso, come uno solo e ben saldo: il ramo turistico e quello prettamente economico; generalmente, si parla di Destination Management Company quando si intende una società specializzata nella commercializzazione, nell’assistenza e nella rappresentanza del cliente su base territoriale o nazionale.

Sulla base di ciò, chiaramente, si comprende quali siano le finalità di una DMC: sviluppo, potenziamento e commercializzazione di un proprio marchio, brand o prodotto in un determinato territorio, circoscritto ad un’area poco ampia ma potenzialmente valida, o molto più ampia e dispersiva. Gli ambiti trattati da una Destination management Company sono i seguenti: Media, Vendite, Comunicazione, Marketing, Servizi di Rappresentanza, Gestione Strategica e Operativa. 

In altre parole, una DMC valuta le potenzialità del proprio prodotto, offre un supporto valido per la sua internazionalizzazione e sceglie, di conseguenza, un territorio dove attecchire per la sua crescita e il suo sviluppo. Una volta compiuto quello che viene identificato come turismo d’affari si procede con “l’esportazione” del marchio, attraverso un’azione mirata in campo comunicativo e mediatico. 

Come lavora una Destination Management Company

Il lavoro di una Destination Management Company è tutt’altro che semplice, in quanto c’è bisogno di una coniugazione di più settori e ambiti, al fine di giungere al risultato sperato. Nonostante le opportunità rese disponibili da un sostanziale cambiamento del settore turistico, insomma, una DMC ha bisogno di lavorare con non poche difficoltà, dettate dai tanti requisiti da soddisfare e da tutti gli ostacoli che si incontrano sul proprio percorso.

Generalmente, una Destination Management Company lavora su tre livelli, che definiscono la difficoltà di ogni azione compiuta dalla società in questione:

  • Analisi del settore turistico: valutare la destinazione perfetta per l’esportazione e il potenziamento del proprio marchio è fondamentale, nel definire non soltanto un luogo verso il quale viaggiare, ma anche l’accoglienza e la promozione dello stesso; questi fattori sono dettati dai servizi specifici che sono offerti, dalla disponibilità territoriale e da tante altre variabili;
  • Gestione degli elementi turistici: se è vero che il proprio viaggio turistico ha un obiettivo ben preciso, è pur vero che bisogna analizzare nel dettaglio tutte le potenzialità di un elemento turistico. Al di là di questo, c’è da sottolineare anche l’offerta specifica che vuole essere realizzata, attraverso tutto l’aspetto mediatico e legato al marketing che c’è da curare;
  • Commercializzazione del prodotto turistico, attraverso i servizi di Media, Vendite, Comunicazione, Marketing, Servizi di Rappresentanza, Gestione Strategica e Operativa. 

Da quel che emerge, insomma, il lavoro di una DMC non è per niente semplice: la commercializzazione del proprio prodotto dipende dalle offerte e dai servizi territoriali, dai punti di forza del prodotto stesso, da una strategia comunicativa di alto livello e da tante altre variabili. Per giungere ad un risultato sperato, insomma, bisogna rivolgersi a figure competenti, che sappiano agire nel settore del marketing e delle comunicazioni e che, soprattutto, sappiano offrire pacchetti di grande livello, atti a soddisfare ogni possibile esigenza. 

I vantaggi nell’utilizzare Destination Management Company

In definitiva, nonostante le tante difficoltà che possono essere riscontrate in un determinato mercato, sono tanti i vantaggi che derivano dall’utilizzo di una Destination Management Company (o DMC).

Innanzitutto, grazie al lavoro di una DMC, si possono scoprire tutti i punti di forza e tutte le debolezze di un prodotto o di un marchio che si vuole internazionalizzare o esportare in un determinato territorio: se è vero che puntare sui punti di forza è fondamentale, è importante anche non lasciare troppo spazio alle debolezze, cercando di potenziare al meglio il proprio marchio attraverso azioni mirate da parte dei propri consulenti.

Una Destination Management Company, insomma, offre un supporto valido e completo nel processo di internazionalizzazione, attraverso assistenza e consulenza complete che si organizzano nel corso del tempo, al fine di conoscere nel dettaglio il prodotto in questione e, soprattutto, i mercati ai quali si può fare riferimento.

Uno dei vantaggi principali che deriva dall’utilizzare una Destination Management Company è, comunque, la conoscenza – da parte di queste società – del territorio: agendo su territori ristretti o, comunque, controllati in ambito di servizi e offerte, si conoscono tutte le pratiche che possono portare il proprio marchio o prodotto ad acquisire importanza e credibilità. Dalle radio ai canali televisivi, dai giornali alle riviste, dai servizi turistici fino a quelli che garantiscono il viaggio d’affari ideale, il pacchetto offerto da una DMC è comprensivo di tutte le possibili offerte.

E non manca, ovviamente, anche uno sguardo alle location adatte: sale per eventi e congressi rappresentano una delle finalità principali della ricerca di una Destination Management Company. 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*